a cura di Damiano Diti

Stagione 2016-17

18° giornata Regular Season 2016-17 – 9° di ritorno

Angeli Neri Basket vs. Beer Blessed

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 17 marzo 2017 – ore 21.15

 

“La Linea Maginot!”. Tanto impegno e tempo ci è voluto a costruire una linea di difesa quasi impenetrabile, quanto imprevedibile è stata la velocità con cui è caduta una volta penetrata.
Questo è anche il riassunto di quanto successo venerdì nell’ultimo turno di campionato al PalaSanLuigi. Eccoci all’epilogo della stagione 2016-17 di Csi, ed ecco che coach Sansovini apre ancora una volta il prepartita caricando a dovere i suoi con una metafora, lasciando intendere che i Beer non dovranno avere un centimetro di spazio. Alla palla a due gli Angeli Neri scattano e producono subito recuperi e contropiedi che lasciano sulle gambe Schiavarelli e soci; Barone inizia il quarto con decisione, Montalti  e Diti colpiscono dalla distanza e il fortino di Sanso resta chiuso sui tentativi di Sughi e Ravaioli. Le cattive percentuali degli ospiti sono il risultato di una difesa che non lascia respiro ai Beer, l’attacco gira a meraviglia e produce un 20-13 che al PalaSanLuigi non si è mai visto da ottobre a questa parte. Viroli e Ceccarelli accumulano subito falli e sono costretti in panchina, ma il fuoco di casa non cessa, complice anche un po’ di nervosismo dal lato ospite. Sughi prende un tecnico, Gavelli battibecca con Barone e nonostante l’ingresso in campo di un Lamancusa subito positivo i Beer restano distanti 10 lunghezze. I migliori Montalti e Barone visti in casa (7 e 11 rispettivamente a meta’ partita) sopperiscono ottimamente alle assenze e il fischio di metà partita da’ serenità ai biancoazzurri. 35-25 recita il tabellone all’intervallo, con i tifosi di casa che nonostante i problemi di falli mantengono ottimismo.
Al rientro dalla pausa, il terzo quarto è segnato dalle zingarate di Viroli, che dopo una tripla si porta dietro più volte la difesa ospite, con risultati alterni. “Se segni uno contro quattro sei un fenomeno, se sbagli sei un coglione”  sono le parole che rimbombano nel time-out di Sansovini, il quale cerca di dare ordine e tranquillità per gestire i 10 punti di dote. Regge il fortino, non si segna più come in avvio ma tanto basta a garantire il 48-38 di fine terzo quarto, in cui Sughi (15 totali) sembra il solo a credere in un aggancio ai padroni di casa. L’ultimo parziale è il film horror che ti rovina la nottata, di quelli che non ti fanno prendere sonno e ti costringono a rigirarti sudato nelle coperte. I 10 minuti finali partono con i 2 tecnici sanzionati a Gavelli, il quale esce dalla partita dopo uno sfondamento mal digerito che lo fa schiumare di rabbia. Marzocchi pochi minuti dopo fa volare una “grande T” anche sulla panchina di casa, dopo che Sansovini per scuotere i suoi entra in campo e vorrebbe da solo far tornare nel fossato “i coccodrilli che escono” dalla Sua linea Maginot ed ora non fanno più paura. Il nulla più assoluto è ciò che producono gli Angeli Neri, i quali non riescono a rispondere all’impatto da Mvp di Ravaioli che con 14 punti nel quarto fa pentole e coperchi da ogni posizione. Si chiude con un 26-1 di parziale ed un po’ di amarezza per l’occasione sfumata la partita degli Angeli Neri, che hanno giocato da squadra vera 3 quarti ma non sono riusciti a mantenere concentrazione e freddezza gli ultimi 10 minuti. Positivi i 13 e 8 rimbalzi di Viroli, i 13 di Barone e 10 con ottime percentuali di Montalti; si conferma un grande deterrente in difesa Dand con 9 rimbalzi e 3 stoppate. Finisce così la stagione, ma non la crescita di questa squadra che già sta pensando a come organizzarsi per la stagione 2017-18.
Nel post-partita a cena coach Sansovini si dice disposto a proseguire l’avventura anche  il prossimo anno con qualche innesto di fiducia.
Abbiamo chiuso l’anno di basket senza vittorie ma con la consapevolezza di essere cresciuti tatticamente e come gruppo; un grazie particolare va ad Andrea Sansovini che con grande passione si è pazientemente  messo a disposizione delle nostre tante lacune e della tanta (troppa) ignoranza cestistica. Cogliamo anche l’occasione per fare l’in bocca al lupo al nostro Anca e alla sua caviglia distrutta da tante battaglie. Grazie ovviamente anche a tutti i nostri fantastici supporter; vi vogliamo sempre più numerosi!

Luca Zavatti

17° giornata Regular Season 2016-17 – 8° di ritorno

Marghe All Star vs. Angeli Neri Basket

Palestra Viroli – via Baldraccani 40, Forlì – Sabato 10 marzo 2017 – ore 20.45

 

“Ever tried. Ever failed. No matter. Try Again. Fail again. Fail better”.
Scusandoci con il Nobel Samuel Beckett per averlo citato, potremmo spiegarla così. E’ vero, abbiamo perso di nuovo; ma partita dopo partita lo stiamo facendo sempre meglio, e non ci stancheremo mai di imparare dai nostri errori. Signore e signori, in un sabato sera ovattato va in scena alla Viroli la miglior prestazione  stagionale degli Angeli Neri. Diretti dal signor Zavatta i padroni di casa faticano a trovare il bandolo della matassa in avvio e si lasciano asfaltare letteralmente dagli attacchi puliti dei giovani biancoazzurri. Fragni, un Dand finalmente convincente e un Viroli con la bava alla bocca danno il là al 21-10 iniziale, dove dicono la loro anche Diti e Piovaccari con una tripla.
Non regge la zona dei Marghe, che sono costretti a cambiare assetto e fare legna sotto canestro; la sfida verbale a distanza tra Genesi e Sansovini scalda il match. I biancoazzurri non arretrano di un passo, giocano con tranquillità, costruiscono buoni tiri e fanno la voce grossa sotto le plance  (saranno 36 alla fine i rimbalzi). Barone guadagna falli e Ceccarelli segna dalla media, il fortino non si apre e le distanze sono più che mantenute con il 37-22 di metà partita che è lo specchio di una sola squadra in campo.
Il rientro dalla pausa è purtroppo un ritorno alla realtà. Zavatta perde di bocca il fischietto, la partita scorre veloce come le mannaiate che cadono su Fragni nel pitturato e le bombe che piazzano Ricci e soci contro la zona biancoazzurra sono letali. Il 20-9 subito è lo strappo che si allarga e lascia nudi e disarmati gli Angeli Neri, che soccombono alla concretezza di Gavelli e pasticciano in attacco, dove sbaglia semplici appoggi Dand e i soli Montalti e Viroli tentano di mantenere la calma. Sono proprio due triple di “Sky” a riaccendere le speranze ospiti e a scaldare una tribuna che battibecca con la panchina Marghe. Sul 62-62, però, un canestro e un viaggio in lunetta riportano a 3 lunghezze di vantaggio i padroni di casa e nel possesso finale Ceccarelli non vede un Montalti con 5 metri di spazio da 3. 65-62 il finale, tanta amarezza ma un paio di note positive. Miglior prestazione offensiva della stagione, tanti rimbalzi (36) e finalmente solo 9 palle perse. 15 di Viroli, 9 e 13 rimbalzi di Dand e 11 del miglior Montalti di questo 2017 (career high in maglia bianco-azzurra). Anche se la stagione volge al termine, nonostante l’ultimo posto in classifica questo può essere l’inizio di un cammino, in cui grande merito va dato a coach “Sanso” di avere insegnato ad una squadra in totale anarchia tattica a stare in campo.
Non ci stancheremo mai di sbagliare ed imparare dai nostri errori, se questo servirà a migliorare; la strada per vincere è ancora lunga ma non molliamo. Ragazzi, stiamo diventando una squadra.
Appuntamento per l’ultima di campionato a venerdì prossimo al PalaSanLuigi alle 21.15.

Luca Zavatti

16° giornata Regular Season 2016-17 – 7° di ritorno

Angeli Neri Basket  vs. A.I.C.S. Junior Basket

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 4 marzo 2017 – ore 21.15

 

“Testa e maroni”. Nella settimana che chiude il Carnevale gli Angeli Neri decidono di partecipare alla festa  entrando a cerimonie iniziate e fanno la parte di Pulcinella contro il Dottor Balanzone Aics, tirando fuori probabilmente la miglior maschera della stagione.
L’inizio è una grandinata, di quelle pesanti, dove l’unica cosa da fare è tapparsi le orecchie e aspettare che finisca; dilagano Gaiotti e Vitali, 21-6 per gli ospiti con i soli biancoazzurri Viroli e Ancarani a segno. Come tutte le grandinate però arriva anche il sereno, e con la sveglia di “Sanso” i giovani Angeli Neri si travestono finalmente da squadra e cominciano la rincorsa ai campioni in carica. Viroli (11 all’intervallo), Barone e una tripla di Montalti pareggiano il quarto e la zona proposta da coach Sansovini regala rimbalzi e recuperi.
Dopo il riposo si aggiunge ai protagonisti del Carnevale anche l’arbitro Neri, che tira fuori dal cilindro tecnici che scaldano giocatori e tribuna. Diti con una tripla, Piovaccari (9 punti alla fine) e Ceccarelli si aggiungono a referto e gli Angeli Neri piazzano un 12-0 che spezza le gambe ai Junior e li riporta sul 38-38; finisce il terzo e si inverte l’inerzia con un 19-13 di belle speranze. Vitali esce dalla partita per un doppio tecnico, salta la caviglia di Ancarani e riprende fiato l’Aics assestando ceffoni con Gaiotti (17 totali) che non trema dalla distanza. Il finale è una gita costante in lunetta, dove a fare le spese al supermercato del “tecnico” si aggiunge anche Fragni che acquista pure lui 2 fischi consecutivi con annessa espulsione. 60-44 il finale per gli ospiti, con i padroni di casa che, al di là del punteggio, mostrano finalmente sprazzi di personalità e ordine di gioco. La maschera non va gettata, gli Angeli Neri devono tenerla sul comodino e riguardarla prima di andare a dormire perché, come dice il mantra di Sanso, l’unica possibilità per giocarsela alla pari è tirare fuori gli attributi.
Per sabato prossimo appuntamento contro i Marghe alla Viroli alle 20.45; il Carnevale sarà passato ma il vestito da festa deve restare pronto sull’attaccapanni.

Luca Zavatti

15° giornata Regular Season 2016-17 – 6° di ritorno

  A.I.C.S. Basket Forlì vs. Angeli Neri Basket

Palestra Zangheri – via Ribolle, Forlì – Venerdì 24 febbraio 2017 – ore 21.45

 

24-02-2017 – Foto di squadra col neo-coach Sansovini (sulla destra)

I Pooh avrebbero detto “Dammi solo un minuto”; noi ci siamo accontentati di 10 ma poco cambia, perché tanto è durata la partita con l’Aics. Il resto chiamarlo basket non sarebbe nemmeno rispettoso verso il Prof. Naismith che ha inventato questo gioco; 8 punti segnati in 25 minuti non hanno bisogno di tante analisi per capire che la partita è finita dopo il 15-12 di fine primo quarto. Un avvio impetuoso di Ancarani e di un assatanato Viroli avevano dato energia ai biancoazzurri, che trovavano canestri in transizione e gite in lunetta con facilità. Il secondo parziale, pur nella mediocrità, teneva a galla le speranze della truppa di coach Sansovini, che però dopo lo schiaffo del 9-0 finiva la prima metà a testa bassa sul 30-20. Inutile parlare della pochezza degli ospiti su entrambi i lati del campo di li’ fino a 5 minuti dalla fine, quando si sono fatti vedere timidi segnali di ripresa. Qualche iniziativa di Viroli e Montalti, unita a un paio di canestri dalla media di Ceccarelli, hanno reso meno drammatico il punteggio finale.
Facile il compito per Zamagni e soci, che con i 24 punti di Nicola e l’esperienza dei compagni non hanno trovato opposizione negli ospiti.
39-57 il finale e tutti a letto con la cena e il “cinghiale Brioschi” sullo stomaco.
Difficile trovare qualcosa di positivo questa sera, perché è vero che l’Aics in stagione ha perso 3 sole partite, ma preoccupa il passo indietro nell’atteggiamento e le difficoltà che gli Angeli incontrano nel costruire azioni e segnare in attacco (il 27% dal campo è purtroppo una sentenza). Impossibile pure aggrapparsi all’arbitraggio schizofrenico di Marzocchi, che rende comunque un’impresa per entrambe le squadre adattarsi ai fischi ed alle situazioni. Voltare pagina è un obbligo, cambiare atteggiamento resta l’unica soluzione; speriamo che di qui ad una settimana si possa tornare a narrare con allegria le gesta dei giovani biancoazzurri. Prossimo appuntamento venerdì alle 21.15 al PalaSanLuigi, contro l’Aics Junior di Fumagalli & Co.

Luza Zavatti

14° giornata Regular Season 2016-17 – 5° di ritorno

Angeli Neri Basket  vs. Baskérs Forlimpopoli

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 17 febbraio 2017 – ore 21.15

 

La vendetta è un piatto che va servito freddo, certo. Quando però ti fai prendere dal panico e in modo maldestro cerchi di portarlo a termine rischi di non servirlo proprio.
Non siamo al prologo di Kill Bill, né tantomeno in un Western all’italiana, anche se i contorni del western la partita li ha assunti. Il crocevia del girone di ritorno degli Angeli Neri doveva essere quello che non è stato: una rivincita del supplementare perso all’andata con i Baskers. Per tre quarti l’impressione di farcela è stata più di un’impressione; l’avvio sottotono del primo quarto era stato spazzato via da un 16-10 nel secondo quarto, in cui oltre ai punti di Viroli, Piovaccari, Barone e Fragni si aggiungevano i tanti viaggi in lunetta trovati da Ceccarelli. Nonostante un Viroli fuori dopo 2 quarti (6 punti e 4 rimbalzi totali) per 5 discutibili falli, i biancoazzurri erano riusciti a tenere testa all’esperienza degli artusiani. La ripresa, segnata dalle sfuriate dell’artusiano Baccarini, aveva riportato in parità una gara in cui forse più del dovuto l’arbitraggio non troppo lineare ha penalizzato i padroni di casa (24 falli a 16 alla fine il computo) e trasformato in un western gli assalti al ferro.
36-35 la situazione a fine terzo parziale, con Diti e Barone a tenere le distanze. Le pistolettate dei biancorossi Ballardini e Baccarini hanno scavato il piccolo strappo che non sono riusciti a ricucire gli Angeli; al fortino messo ancora una volta in piedi da coach Sansovini non hanno saputo dare seguito in transizione, limitandosi a tirare solo fuori dal pitturato (26% al tiro alla fine). La maggiore esperienza di capitan Raggi e soci ha garantito l’11-5 dell’ultimo quarto, in cui solo la linea della carità ha dato elemosina agli inquilini del PalaSanLuigi, incapaci di segnare dal campo per 10 minuti; 46-41 il finale.
Difficile vincere, in uno sport chiamato pallacanestro, se non entra neanche una “cipolla nell’oceano” (termine coniato dal centrone Filippo Fragni). A testa bassa se ne vanno gli Angeli Neri, aspettando la trasferta di venerdì prossimo alle 21.45 in casa dell’Aics.
Buona comunque la compattezza dei forlivesi e la crescita esponenziale a rimbalzo, in cui spiccano i 13 arpionati dal “leone” Ceccarelli (il riferimento è ovviamente alla capigliatura). Chissà che sul parquet di via Ribolle non si riesca a sparare qualche cartuccia in più dal fortino e far tremare i fratelli Zamagni; l’entusiasmo non manca, la mira sarà aggiustata, la squadra non può che crescere.

Luca Zavatti

13° giornata Regular Season 2016-17 – 4° di ritorno

Angeli Neri Basket  vs. Livio Neri Cesena

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 10 febbraio 2017 – ore 21.00

 

La nebbia se n’è andata, almeno quella, nella prima del back To back che porta al San Luigi una dopo l’altra Cesena e Forlimpopoli.
È stato un antipasto di quella che dovrà essere la portata principale, da mandare giù possibilmente tra una settimana e che si trova alla voce del menu’ “Baskers”. Per finirla tutta ci vorrà la stessa abnegazione con cui si sono concessi soli 24 punti alla Livio Neri nel secondo tempo, un fortino dove nessuno dovrà passare. Cinque minuti; è quanto basta agli Angeli Neri per prendere un ceffone e capire che senza la difesa il 25-11 poteva diventare un monologo degli ospiti.
Da quel momento torna a dare man forte contro l’assedio cesenate la 2-3 di coach Sansovini, che trasforma il pitturato biancoazzurro in un Fort Apache che risponde alle cannonate con autorità.
È con un 9-2 dei padroni di casa firmato Viroli e Barone che si chiude il secondo quarto e si va al riposo.
La ripresa si riapre con la solita intensità in difesa per gli Angeli, nonostante un Morsucci il quale, fosse per l’arbitro Zavatta, potrebbe anche pernottare nell’area dei 3 secondi.
Montalti e Piovaccari si mettono in mostra, con quest’ultimo che guadagna in entrata due potenziali giochi da 3 punti e fa bottino in territorio ospite. Notevole l’apporto di Bifulco per i cesenati, che grazie al 20 e alla “uomo” granitica mantengono le distanze dagli Angeli.
38-55 e si entra nell’ultimo periodo dopo un quarto di sostanziale equilibrio in campo.
Dand alza l’intensità e pur con 4 falli riesce a restare in partita, è impreciso al tiro ma da’ un assaggio del potenziale di cui dispone.
Barone (7 punti alla fine) in entrata e Piovaccari con una tripla sono gli unici biancoazzurri a segnare dal campo, in un quarto in cui a farla da padrone è  l’aggressività delle difese. Termina i giochi un libero di Fragni e si va negli spogliatoi (45-65) con la consapevolezza che solo alzando il fortino sarà possibile giocarsela con chiunque.
Buone le prove al tiro di Piovaccari (13 punti) e Viroli (12) e percentuali in crescita sopra al 40% per gli Angeli , che devono ora limitare le palle perse. Costante l’apporto a rimbalzo di Diti, Fragni e Dand; la squadra c’è e i meccanismi stanno cominciando a funzionare, come direbbero oltreoceano, “step by step”. Ora l’attesa è tutta per lo scontro diretto con i Baskers di venerdì prossimo al PalaSanLuigi.
Sedetevi e spiegate con cura il tovagliolo, il piatto è di quelli prelibati; con la speranza che questa volta il boccone non vada di traverso ai forlivesi.

Luca Zavatti

Amichevole di basket in carrozzina

Wheelchair Basket Forlì vs. Angeli Neri Basket

Palestra scuole elementari Peroni, via Castel Latino 16/B, Vecchiazzano – Mercoledì 8 febbraio 2017 – ore 19.30

12° giornata Regular Season 2016-17 – 3° di ritorno

Wuber Team vs. Angeli Neri Basket

Palestra via IV Novembre, Meldola – Giovedì 2 febbraio 2017 – ore 21.00

La protagonista del match clou della terza di ritorno è la nebbia. Non tanto quella che inghiottisce la Romagna nella notte, quanto invece le sicurezze con cui gli Angeli Neri si battono per un successo a Meldola.
Ancorati con un punto al fondo della classifica, i forlivesi vanno a far visita in trasferta ad un Wuber col quale si attende il riscatto dopo la sconfitta bruciante dell’andata. L’arrivo di coach Sansovini ha portato linfa e organizzazione, e dopo la buona prova coi Forlì No Stop si va dritti per i 3 punti. Pronti via, le triple di Viroli e Barone aprono le danze e danno fiducia agli ospiti, che però non riescono a trovare continuità e si fanno sorprendere dalle mitragliate dalla distanza di Cangini e Casadei.
14-11 a fine primo quarto per i padroni di casa. Il secondo parziale scava il solco tra le due squadre; pochi i sussulti degli Angeli Neri, che con una rocambolesca “mano de dios” di Pe’Ezil che avrebbe fatto impallidire Maradona trovano 2 punti d’oro colato cui se ne aggiungono pochi altri per il 26-17 con cui si va al riposo. È qui che i biancoazzurri si rimboccano le maniche; la difesa forgiata da coach Sansavini comincia a produrre i suoi frutti e gli Angeli subiscono 4 soli punti nel terzo periodo; l’attacco però è asfittico, le triple di Barone e le gite in lunetta non scaldano gli ospiti. Le percentuali sono glaciali, non si segna dall’area e la mano trema dalla linea; il 4-4 di fine periodo sottolinea la tensione in campo, con i soli Ancarani e Barone a referto. L’ultimo periodo è un tiro al piccione come il precedente; Ceccarelli manca i tiri dalla sua mattonella ed i falli conquistati da “Cuore di Mamma” Piovaccari non sono sufficienti a rianimare dalla lunetta i forlivesi. Cangini chiude i conti senza tremare sul 36-28 dopo un pallido tentativo di rimonta degli Angeli.
Se la morte cerebrale era già certificata dal misero 18% dal campo, gli ultimi minuti condannano gli ospiti e staccano la spina ad una formazione che forse in partita non è mai entrata, faticando ad applicare gli schemi messi a punto da Sansovini contro la mutevole zona dei Wuber e restando troppo lontana dal pitturato. Un passo indietro per gli Angeli Neri, che al San Luigi dovranno ricostruire la fiducia che li aveva accompagnati contro i FNS. Unica nota positiva una difesa che concede sempre meno spazi e dimostra affiatamento nella zona; prossima partita il 10 febbraio al Pala San Luigi, dove sarà ospite la Livio Neri Cesena.
Sperando che la nebbia si alzi e apra agli occhi dei biancoazzurri notti stellate.

Luca Zavatti

11° giornata Regular Season 2016-17 – 2° di ritorno

Angeli Neri Basket vs Forlì No Stop Basket

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 27 gennaio 2017 – ore 21.00

Coach Sansovini spiega gli schemi d’attacco a Giuseppe Sesta

Seconda partita del girone di ritorno con gli Angeli Neri Basket, motivati dalla presenza del nuovo coach Andrea Sansovini in panchina a dirigere i giochi, contro la formazione del Forlì No Stop Basket, ospite in via Episcopio Vecchio. Inizio incerto per il Forli No Stop che ha evidenti difficoltà realizzative sulla difesa a zona schierata dagli Angeli Neri, tanto che a 5 minuti dalla palla a due, il punteggio vede gli Angeli Neri in vantaggio sul 6-0. Poi Badocco e Valbonesi portano i primi punti alla loro formazione e il primo quarto si chiude 9-6 per i padroni di casa. Secondo quarto più equilibrato, ma la grinta difensiva Angeli Neri Basket infastidisce il Forlì No-Stop che colleziona nel secondo quarto 13 punti (contro i 9 Angeli Neri) ma con una percentuale al tiro rivedibile e diversi airball dalla lunga distanza, tra cui un paio del nostro ex Forani. Nel terzo quarto entrambe le squadre spingono sull’acceleratore e, sulla difesa casalinga passata a uomo, il Forlì No Stop mette a referto un bel bottino di 29 punti con contropiedi sulle palle perse Angeli Neri, che comunque provano a tenere il passo con 19 punti, chiudendo il terzo periodo 37 a 48. Nell’ultimo quarto coach Sansovini riporta i suoi a zona 2-3 e questo dà una speranza di riprendere in mano la partita: purtroppo il divario accumulato nel terzo periodo era troppo. Segnali positivi per la squadra di casa emergono dal referto; primo parziale (9-6) e ultimo parziale (9-7) hanno premiato l’ottima difesa a zona Angeli Neri Basket, che perdono la partita dignitosamente 46-55.

Amichevole di metà campionato

 

Angeli Neri Basket vs 69ers Cava

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Mercoledì 20 gennaio 2017 – ore 21.00

Dopo la sconfitta subita dai capolista mercoledì 19, gli Angeli Neri Basket per restare caldi organizzano all’ultimo minuto una amichevole con una delegazione di giocatori dei 69ers Cava, militanti nel campionato Uisp (in calendario c’era una amichevole con Tatanka Baloncesto, che si sono dati indisponibili un giorno prima del match). Prima parte di gara con punteggio basso che premia i padroni di casa che siglano un 8-0 di parziale con uno scatenato Barone. Poi i ritmi si abbassano e la Cava ne approfitta per imporre il suo ritmo alla partita e rimontare lo svantaggio con gli interessi e chiudendo la partita 45-73, anche grazie ad un Simone Sama in stato di grazia che fa 4 su 5 dalla linea dei 3 punti. Unico momento memorabile per gli Angeli Neri Basket un assist inverosimile di Michele Grilli all’indietro no-look che ha richiamato in palestra lo stile spettacolare che solo Roberto “Power” Bergamini riusciva a portare in campo. Prossima partita di campionato in calendario venerdì 27 gennaio in casa contro Forlì No Stop.

10° giornata Regular Season 2016-17 – 1° di ritorno

 

Ghetto Ponente vs Angeli Neri Basket

Cesenatico – Mercoledì 19 gennaio 2017 – ore 21.30

Prima partita di ritorno in trasferta per gli Angeli Neri Basket in campo a Cesenatico contro Ghetto Ponente, capolista del girone Est. Gli ospiti entrano in campo a testa alta nonostante le limitazioni nella rosa: Ancarani fuori per dito steccato, Zavatti e Corrado assenti per lavoro, Viroli con caviglia dolorante e reduce dalla donazione del sangue, Diti in panchina per problemi al ginocchio e Fragni esordiente in campionato dopo una lunga riabilitazione alla spalla post infortunio. Primo quarto preso sottogamba dai padroni di casa che prendono tiri non ragionati e con troppa leggerezza lasciano il primo parziale agli Angeli Neri che, nonostante un attacco non troppo elegante, riescono a portarsi sul + 4 alla prima sirena, anche grazie alla tripla allo scadere di Barone su assist di Piovaccari (10-14 il parziale). Già nei primi minuti del secondo quarto la musica cambia, il Ghetto comincia a giocare di squadra e a fare a fette la difesa Angeli Neri trovando SEMPRE un uomo libero sotto canestro, mentre l’attacco Angeli Neri non riesce a inventare nulla, subendo un parziale glaciale di 26-7. Nel terzo Barone e Piovaccari provano a rimettere in bolla il punteggio con diverse azioni individuali, ma dall’altra parte la palla gira bene e ogni azione porta ad una realizzazione. L’ultimo quarto diventa, poi, uno show del Ghetto Ponente per far divertire i loro tifosi sugli spalti contro una squadra evidentemente sconfitta. Finale sul 77-43, meritatamente per i capolista, squadra rivelazione del campionato 2016-17 CSI.

9° giornata Regular Season 2016-17

 

Beer Blessed vs Angeli Neri Basket

Palestra Orceoli, via Spinelli 40, Forlì – Venerdì 13 gennaio 2017 – ore 20.00

Prima partita del 2017 e ultima del girone di andata Csi Open romagnolo est nella palestra Orceoli di via Spinelli. Gli Angeli Neri Basket entrano nella tana dei Beer Blessed con l’intento di portare a casa il primo referto rosa della stagione ma si trovano davanti ad una squadra altrettanto affamata di vittorie, essendo rispettivamente ultimi e penultimi in classifica nel girone est. Il primo quarto stenta a partire, sulla difesa a zona dei padroni di casa i bianco blu provano diverse conclusioni dalla lunga e semi-smarcati senza trovare punti, complice la pausa e le abbuffate natalizie; i Beer Blessed, invece, sulla difesa a uomo Angeli Neri, non trova punti per i primi 2-3 minuti del match. Poi la situazione si sblocca con i capocannonieri delle 2 squadre Sughi e Barone che segnano a ripetizione riportando i punteggi della partita ad un livello perlomeno Csi sul 12-11 Beer Blessed. Nel secondo quarto la difesa Angeli Neri prova a passare a zona e questo li condanna ad un parziale di quarto di 16-8 che segnerà le sorti dell’intera partita. Nel terzo la difesa Angeli Neri torna a uomo e i risultati sulla carta e in difesa si vedono, ma i tiratori continuano a litigare coi canestri e il terzo periodo si chiude sul -9 Angeli Neri (38-29, 10-10 il parziale). L’ultimo quarto è difficilmente descrivibile, tantovaleva non giocarlo nemmeno. La palla Angeli Neri non ruotava minimamente, tante gite in lunetta Beer Blessed e metro arbitrale confuso… e gravi errori anche da immediatamente sotto canestro. Nonostante tutto questo, guardando il referto, si può concludere affermando che la partita è  stata decisa nel secondo quarto, vinta dai Beer Blessed 53-43. Prossima partita in calendario, neve permettendo, al PalaGhetto di Cesenatico dove ci attendono bramosi di vittoria i Ghetto Ponente e il loro sempre abbondante pubblico, mercoledì 18 gennaio alle ore 21.30.

8° giornata Regular Season 2016-17

Angeli Neri Basket vs Marghe All Star 

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 16 dicembre 2016 – ore 21.15

Ultima partita del 2016 per gli Angeli Neri Basket, in casa contro la squadra Marghe All Star, unici finora ad aver sconfitto la squadra rivelazione del campionato Ghetto Ponente, attualmente primi in classifica a pari merito con Aics Junior. Il riscaldamento “fisico” delle due squadre è fondamentale, dato che quello della palestra è guasto, abbassando la temperatura a livelli glaciali. Primo quarto di partita apprezzabile dal pubblico, le due formazioni partono con buone azioni offensive dall’arco dei 3 punti con botta e risposta di Caroli e Casanova per i Marghe e Sesta e Diti per gli Angeli Neri. Poi le percentuali calano, ma la partita sembra equilibrata. Nel secondo quarto blackout totale bianco-azzurro che non segnano neanche da liberi e non fanno girare la palla, che finisce spesso per morire nelle mani del playmaker passata la metà campo, mentre i Marghe continuano la loro partita mantenendo una certa continuità di realizzazione che li porta al +19 con un parziale di quarto molto favorevole di 2-15 (12-31 entrando nella pausa lunga). Nel terzo quarto gli Angeli Neri provano a rialzare la testa e ritrovano la via del canestro, ma il distacco tra le due squadre sembra incolmabile e inoltre, per piccolo infortunio, Ancarani è costretto a lasciare il campo. Nell’ultimo quarto, cosapevoli dell’orrenda partita giocata, gli Angeli Neri si giocano il tutto per tutto e Sesta spinge sull’acceleratore segnando nel solo ultimo periodo 14 punti che riportano in pista la squadra che però perde il match 44-53. Buona prova per i Marghe All Star che portano a casa 3 punti in classifica come regalo di Natale. Prossima partita il 13 gennaio 2017 in via Spinelli contro i Beer Blessed.

 

7° giornata Regular Season 2016-17

risultato-basket-2016-17-aicsj

A.I.C.S. Junior Basket vs Angeli Neri Basket 

Palestra Viroli,  via Baldraccani 40, Forlì – Mercoledì 8 dicembre 2016 – ore 21.20

img-20161207-wa0009Match in trasferta per gli Angeli Neri Basket in campo nella palestra Viroli di via Baldraccani di Forlì contro l’Aics Junior. La classifica vede i padroni di casa in testa e gli ospiti ultimi, ma gli Angeli Neri iniziano la partita con grinta ed impegno. Il primo quarto sembra una partita quasi equilibrata, con addirittura qualche punto di vantaggio per gli Angeli Neri, nei primi minuti che spiazzano la difesa Aics Junior con le triple di Barone e Diti e le penetrazioni di Sesta e Viroli; per l’Aics Junior molte palle perse, con l’allentore che urla ai suoi di giocare come Dio comanda. Amadori e Gaiotti, comunque, anche grazie ai numerosi falli dei giocatori Angeli Neri che li mandano in lunetta, consentono all’Aics Junior di chiudere in vantaggio il primo quarto sul 20-17. Nel secondo quarto, sulla difesa a uomo bianco-azzurra, i padroni di casa cambiano totalmente marcia e cominciano a rendere evidente la differenza di livello tra le due squadre, tanto da permettersi, in più occasioni, di “giocherellare” in attacco facendo ruotare la palla per non prendere tiri troppo facili, e concedendo agli Angeli Neri 8 punti nel secondo quarto e tre nel terzo. Punteggio glaciale di 58-28 Si entra nel quarto periodo e gli Angeli Neri passano all difesa a zona. In attacco, come nel terzo periodo, la palla fatica a staccarsi dalle mani del playmker, ma fortunatamente la mano di Sesta nel frattempo a forza di palleggiare si è scaldata e segna 2 triple che, con una tripla di Diti e un Viroli da 100% ai liberi, consentono agli Angeli Neri di chiudere la partita con uno scarto di “soli” 25 punti con un parziale di quarto positivo di 12-18. Partita che si chiude 70-45, come preventivato per i capolist Aics Junior. Prossima partita venerdì 16 dicembre in via Episcopio Vecchio alle 21.15 contro Marghe All Star, unici ad aver sconfitto quast’anno la squadra rivelazione del campionato Ghetto Ponente.

6° giornata Regular Season 2016-17

vs-aics-7

Angeli Neri Basket vs. A.I.C.S. Basket Forlì

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 11 novembre 2016 – ore 21.15

x-facebook

received_10208004512893109.jpegGli Angeli Neri Basket, dopo la sconfitta al supplementare subita a Forlimpopoli, torna in campo nella palestra salesiana contro l’A.I.C.S Basket Forlì. Questa partita, nonostante la “distanza” in classifica, vede un certo equilibrio tra le due formazioni, leggermente sbilanciato dalla parte Aics, che chiude il primo quarto in vantaggio di 2 lunghezze sull’11-13 grazie a 3 canestri da 3 punti di Zamagni Giacomo, giovane volto noto nel forlivese in categorie ben superiori al CSI. Nel secondo quarto l’intensità da parte delle 2 squadre, con fifesa a uomo, resta alta, punteggio basso e tanti falli fischiati dall’arbitro che portano a molti punti ottenuti a cronometro fermo. Si entra nel terzo periodo sul 23-28 Aics e gli Angeli Neri, come spesso accade, perdono la bussola e concedono molte occasioni alla squadra ospite di prendere il largo; per gli Angeli Neri torna in campo anche Barone che, dopo aver litigato col ferro nel primo tempo, torna a fare canestro dando nuova carica alla sua squadra, ed entra anche Grilli che va a referto con una tripla che fa esulare tutta Forlì. Purtroppo per i padroni di casa, i fratelli Zamagni continuano a segnare con regolarità, Giacomo da fuori e Nicola nel pitturato e dal tiro libero (52 punti complessivi, 30+22), guidando la loro squadra fino alla fine della partita. A 5 secondi dalla fine, palla Aics in mano a Giacomo Zamagni, entrambe le formazioni si fermano sul +16 Aics, ma lui decide di tirare comunque da tre punti, segnando il +19 che chiude il match, gesto che, nonostante i 30 punti segnati, gli fa poco onore. Prossima partita in calendario mercoledì 7 dicembre, ore 21.15 nella palestra Viroli di via Baldraccani contro Aics Junior Forlì.-

5° giornata Regular Season 2016-17

 

vs-forlimpopoli-6Baskérs Forlimpopoli vs Angeli Neri Basket

PalaPicci, Via del Tulipano, Forlimpopoli – Mercoledì 23 novembre 2016 – ore 21.45

Quinta partita di andata (girone Est del campionato CSI 2016-17) che vede in campo gli Angeli Neri Basket contro i Baskérs al Pala Picci di Forlimpopoli. Quintetto di partenza per gli ospiti: Viroli, Pe’Ezii Mendjiadeu, Diti, Ancarani e Sesta con difesa a uomo. L’inizio del match è tutto nelle mani Angeli Neri, che partono con grinta e si assicurano un mini-parziale di 6-0 con canestri facili di Ancarani, Diti e Pe’Ezii Mendjiadeu. I Baskérs, in risposta, provano a colmare il distacco con Barsina che segna i primi punti di Forlimpopoli, ma subito il distacco si riallarga con una tripla di Diti che porta il punteggio sul 9-2. Poi ci pensa Ballardini a riportare i suoi a galla, chiudendo il primo quarto sul 12-10 Angeli Neri. Il secondo quarto porta la firma Baskérs che, pur attaccando in modo confuso, riesce a realizzare 10 punti (di cui 6 di Bedei nel pitturato) contro i soli 6 punti Angeli Neri, chiudendo la prima parte della partita sul +2 Forlimpopoli (20-18). Durante la pausa lunga, visto che la partita è a punteggio basso, entrambe le squadre organizzano le idee e cercano una strategia difensiva vincente: ogni canestro subito può essere l’ago della bilancia tra vittoria e sconfitta. Entrando nel terzo quarto, gli Angeli Neri scendono in campo con il quintetto di partenza e trovano punti dalla media-lunga distanza con Viroli, Diti e Ancarani. L’intensità difensiva su entrambi i lati è alta, l’arbitro vede quello che riesce e i falli lontano dalla palla, soprattutto non fischiati, lievitano, di pari passo alle proteste; questo porta a scaldare gli animi, e le reazioni portano ad altri falli che regalano viaggi in lunetta non preventivati. Poi scende in campo Brasina, giocatore dalla mano educatissima, che dimostra in più occasioni come far canestro anche sotto pressione, portando Forlipopoli a +2 a 21 secondi dal fischio di fine quarto; ultimo possesso per gli Angeli Neri, che cercano di non perdere palla e sfruttare tutto il tempo a loro disposizione… la palla arriva nella mani di Ceccarelli che, a sorpresa, segna un bel canestro dalla media distanza che chiude il terzo periodo sul 33 pari: tutto da rifare. Nel quarto periodo la pressione difensiva Angeli Neri, ancora a uomo, porta altri falli che mandano subito in bonus i padroni di casa, concedendo altre occasioni al tiro libero a Bedei, Buccioli e Brasina, che segnano 10 dei 12 punti totali del quarto a cronometro fermo. Ultimi possessi ai massimi livelli di tensione per entrambe le squadre, che lottano su ogni pallone e difendono a uomo a tutto campo. A un minuto dalla fine, palla in mano a Raggi, sul cambio di direzione il suo difensore Diti cede per crampi al polpaccio e Forlimpopoli segna altri 2 punti che li portano in vantaggio. Diti viene accompagnato in panchina, per lui la partita si chiude qui. Palla in mano Angeli Neri e tentativo di sorpasso di Ceccarelli che si prende la responsabilità di tirare da 3 punti e sbaglia, ma il rimbalzo fortunatamente viene agguantato dagli Angeli Neri, che comunque non riescono a segnare. Fallo sistematico per fermare l’attacco Baskérs e si torna in lunetta con Brasina, che fa 2 su 2 e porta Forlimpopoli a +3. Rimessa Angeli Neri e fallo su Barone a 6 secondi dalla fine per evitare il gioco da 3 punti, col coach di Forlimpopoli Gardelli che perde la sua apparente calma e comincia a riprendere i suoi dalla panchina. Nonostante la difficoltà a segnare, durante la serata, di Barone, segna il primo libero… -2; secondo sbagliato, consapevolemente, per provare a segnare su rimbalzo offensivo… palla agguantata dallo stesso Barone che viene travolto dalla difesa Forlimpopolese a 0.1 secondi dalla fine e portando a casa il fallo che ridà un briciolo di speranza alla squadra ospite e altri 2 tiri liberi a Barone, con la possibilità di pareggio. Di nuovo in lunetta, i tiri liberi più pesanti che abbia mai tirato. Il primo, con un po’ di incertezza, entra… il secondo, con freddezza, va dentro al canestro in ciuffo sulle urla della squadra e dei componenti della panchina. OVERTIME.

Cinque minuti di supplementare con entrambe le squadre in bonus sul 45 pari. La pressione difensiva Angeli Neri, nonostante 40 minuti di difesa a uomo, è ammirevole, ma porta a due fischi arbitrali che mandano in lunetta Bedei che fa 4 su 4. Entrambe le squadre danno fondo alle ultime energie e lottano come se fossero i primi minuti di gara. I compagni in panchina ormai senza voce sono tesi e urlano indicazioni ai giocatori in campo, capitanati da Montalti che gestisce i suoi da bordo campo.  Ultimo minuto di supplementare, +1 Baskérs. Palla Forlimpopoli che trova 2 punti fondamentali da Villari: +3 Baskérs. Fallo sistematico di Barone che rimanda in lunetta Forlimpopoli, che stavolta non segna. Barone fuori per 5 falli. Rimessa Angeli Neri e fallo immediato su Ancarani che va in lunetta e segna con freddezza entrambi i liberi. Sei secondi alla fine del supplementare e rimessa Forlimpopoli: a questo punto gli Angeli Neri dovrebbero fare un altro fallo sistematico, ma non fa in tempo a fermare il cronometro e la partita si chiude sul 52-53 Baskérs. Primo punto in classifica per gli Angeli Neri e altri 2 punti per Forlimpopoli che si porta a quota 5.

Partita intensa ed equilibrata, come non se ne vedono spesso nel CSI. Alla fine la vittoria è andata ai Baskérs, ma nella partita di ritorno,il 17 febbraio, ci sarà l’occasione per gli Angeli Neri di prendersi la loro rivincita nella palestra di via Episcopio Vecchio. Prossima partita Angeli Neri Basket in calendario venerdì 2 dicembre in casa contro la squadra forlivese A.I.C.S.

4° giornata Regular Season 2016-17

vs-livio-neri-5

Livio Neri vs Angeli Neri Basket

Palestra  Ippodromo, Via Giuseppe Di Vittorio, Cesena – Lunedì 21 novembre 2016 – ore 21.15

testata-4

20161121_2230072 Gli Angeli Neri Basket, senza i suoi migliori giocatori, Viroli e Barone, dopo la straziante partita contro Wuber sfuggita di mano agli ultimi minuti, affrontano fuori casa la squadra cesenate Livio Neri. Sulla carta i padroni di casa sono nettamente più forti perciò gli Angeli Neri scendono in campo giocandosi tutto ma con la consapevolezza di non potersi aggiudicare il match. Il primo possesso lo ottiene la squadra Livio Neri che segnano i primi punti casalinghi della stagione con Buda, ma subito gli Angeli Neri rispondono con una tripla di Diti su assist di Ancarani che si portano al loro massimo vantaggio di +1 sul 3-2. Poi i casalinghi continuano a ruotare la palla in modo ragionato, fino a trovare in più occasioni Buda, Maldini e Zarkovic dalla media distanza che riportano la squadra in vantaggio e, pian piano, prendono il largo fino a chiudere il primo quarto sul 21-10. Nel secondo quarto la difesa Angeli Neri passa da uomo a zona, causa anche l’alta temperatura (eccessiva) della palestra, e Livio Neri litiga con ferro da fuori, concedendo agli Angeli Neri di mantenere il distacco a 10 punti senza peggiorare la situazione. Ancarani segna 5 punti di fila, seguito da 2 buone azioni di Piovaccari e di un’altra tripla di Diti: il parziale del secondo quarto è di 14-12 per la Livio Neri, che però da speranza agli Angeli Neri di potersela giocare, o perlomeno, di restare in partita. Nel terzo quarto la panchina Angeli Neri viene sfruttata per rifiatare i giocatori in campo nei primi tempi, grondanti di sudore per la temperatura da record, ma la squadra riesce comunque a mantenersi sul distacco di -10 e mantenendo la difesa a zona. La maggior parte dei punti della Livio Neri nel terzo quarto provengono da contropiedi su palla persa Angeli Neri, ma grazie ai playmaker Montalti e Sesta, che con grande impegno portano su la palla e gestiscono l’attacco, costruiscono azioni che portano ad una tripla di Piovaccari e un’altra di Diti (4-5 da tre nella serata), oltre a diverse gite in lunetta di Sesta su fallo subito. Entrando nel quarto periodo il tabellone dice stanamente 44-31: gli Angeli Neri provano a rientrare in partita con qualche buona azione energica di Pascucci che arraffa 4 punti, ma i cesenati scendono in campo col piede di guerra, e dopo qualche minuto di pressione, i bianco-azzurri cedono mentalmente e fisicamente concedendo agli avversari, in più occasioni, dei canestri facili che allargano in un brevissimo tempo il distacco, che assicura ai padroni di casa, di fatto, la partita. Ultimo respiro di agonismo per gli Angeli Neri con Montalti che si lancia in contropiede a 20 secondi dal fischio finale e assiste Diti che segna 2 punti che saranno gli ultimi segnati a referto dal tavolo visto che le squadre in campo, poi, si fermano e attendono la fine di una partita già chiusa da oltre 5 minuti. Finale 40-67 per la Livio Neri. Prossima partita in calendario mercoledì 23 alle ore 21.45 a Forlimpopoli in via del Tulipano.
 

3° giornata Regular Season 2016-17

vs-wuber-4

Angeli Neri Basket vs Wuber Team

Palestra via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 11 novembre 2016 – ore 21.40

vs-wuber-testata

Terza partita di campionato nella palestra via Episcopio Vecchio (per l’occasione quasi più gelida del Palascout di Predappio, scaldata solo dal calore di un ampio pubblico in balconata) tra Wuber Team e Angeli Neri Basket. La partita sarebbe dovuta cominciare alle 21.15, ma il ritardo dell’arbitro Cieri ha slittato l’inizio del match alle 21.40. Il primo quarto scorre, a ritmi lenti ma con molti contatti (anche antisportivi da parte di Wuber Team) con il controllo della squadra di casa che, aiutati dalla scarsa percentuale dal tiro libero di Wuber Team, porta gli Angeli Neri a entrare nel secondo periodo avanti per 9-4, entrambe con difesa a uomo. Il secondo quarto conferma che la partita si chiuderà con un punteggio basso e ogni canestro vale oro, quindi le squadre in campo provano a chiudersi in difesa, ma in attacco perdono una infinità di palloni e possessi e il numero di infrazioni di passi fischiate dall’arbitro sono quasi irreali. Il secondo periodo si conclude sul 15-10 Angeli Neri che, come gli avversari, litigano con il ferro e trovano pochi punti, ma conservando il vantaggio ottenuto nel primo quarto. Nel terzo periodo, in controtendenza, gli Angeli Neri prendono in mano la partita e segnano finalmente qualche tripla con l’esordiente Pascucci, Barone, Piovaccari e sfruttando la difesa Wuber Team passata a zona. I Wuber trovano punti su tiri forzati e dalla lunetta e il terzo quarto finice 35-23 per gli Angeli Neri. Negli ultimi 10 minuti di gara gli Angeli Neri perdono il controllo, black out totale sia in attacco che in difesa… i Wuber ne approfittano e aprono una ferita agli avversari con 2 triple consecutive del loro capitano Cangini, seguite da 2 canestri in contropiede dopo dormite generali nella difesa bianco-azzurra. mancano 3 minuti alla fine del match. Time out Angeli Neri, avanti di 4 punti 40-36. Si rientra in gioco, i Wuber prendono palla e segnano altri 2 punti con Mazzoni in layup. Attacco Angeli Neri che  prova a tenere palla e mantenere il vantaggio sfruttando tutti i 24 secondi dell’azione ma perdono palla, Wuber si lancia in contropiede con Gallegati che viene fermato con un fallo di Diti. Dalla lunetta fa 2 su 2 e porta le due squadre in parità. A questo punto gli Angeli Neri non possono vincere col cronometro ma devono segnare: 40 secondi dalla fine, palla al play Viroli che la passa a Diti che prova un tiro forzato da 3 e lo sbaglia; contropiede Wuber ancora con Gallegati, marcato da Barone a tutto campo… fischio arbitrale, fallo di Barone nel tentativo di rubare palla e altro viaggio in lunetta per Gallegati. Prima libero fuori, secondo dentro. 40-41 Wuber con 20 secondi da giocare e palla in mano Angeli Neri e difesa aggressiva Wuber; la palla ruota, poi torna a Viroli che entra nel pitturato ma si trova murato da 2 giocatori Wuber, scarica la palla a Diti che dalla media distanza prova il canestro della vittoria ma lo sbaglia sul fischio di fine partita e Wuber Team si aggiudica in rimonta la prima vittoria stagionale, con un parziale di quarto di 18-5.

2° giornata Regular Season 2016-17

vs-fns-3

Forlì No-Stop vs Angeli Neri Basket

Palestra Orceoli – via Spinelli, Forlì – Giovedì 4 novembre 2016 – ore 21.15

Da sinistra Silvestroni e Valbonesi con la nuova divisa Forlì No Stop ©Foto FNS
Da sinistra Silvestroni e Valbonesi con la nuova divisa Forlì No Stop
©Foto FNS

Seconda partita di campionato CSI per la squadra Angeli Neri Basket che affronta in territorio nemico il Forlì No-Stop Basket: entrambe le squadre in campo con nuove uniformi. Arbitraggio di Max De Giovanni (vecchia conoscenza nel campionato CSI, tiratore scelto della squadra Mystere Lugo) che svolge il suo compito diligentemente per tutta la partita. Il “lazzaretto” Angeli Neri conta numerosi iscritti: Ancarani dalla mano gonfia, Piovaccari dalle caviglie logore, Barone dolorante e Diti con un occhio nero… ma si scende comunque in campo. La partita inizia con gli Angeli Neri schierati a uomo che difendono con la giusta grinta e con ritmi alti, ma non girano bene la palla e gestiscono male gli attacchi. I padroni di casa stanno al passo e armano a più riprese la mano del loro capitano Paganini (mvp, 18 punti finali) che segna 11 punti dei 13 totali della sua squadra nel primo quarto; i bianco-azzurri, stanno in gara grazie alla tenacia e di Barone e Viroli, che chiudono il periodo sul 13 pari. Nel secondo quarto gli Angeli Neri passano alla difesa a zona e il FNS ne approfitta per continuare a tirare dalla lunga distanza (con percentuali irreali) e prendere il largo portandosi a +10, mentre i tiratori dei Black Angels continuano a litigare col ferro. Punteggio 32-22 entrando nel terzo periodo: la difesa Angeli Neri torna a uomo e si prova a recuperare lo svantaggio grazie ai contropiedi di Ancarani che danno grinta all’intera squadra. Il FNS prova diversi tentativi di contropiede ma senza successo e non trova buone conclusioni nel pitturato, ma segna ogni tiro da tre punti tentato e riesce comunque a mantenere un largo vantaggio, chiudendo il quarto sul 50-34. Nell’ultimo periodo i tiratori Angeli Neri continuano a provare a segnare da fuori area senza successo, mentre la sintonia del FNS col tiro da 3 punti in questa partita è più che evidente. A pochi minuti dalla fine, in una azione offensiva, gli Angeli Neri ruotano bene la palla fino a farla arrivare nelle mani di Grilli che finta il tiro, ruota il piede perno e serve Zavatti sul lato sinistro che segna 2 punti che valgono oro e fanno esultare e alzare in piedi tutta la panchina; ma ormai le sorti della partita sono state scritte. A fine partita il referto dice 67-46, vittoria meritata FNS che chiude il match con ben 15 triple a segno. Prossima partita in calendario venerdì 11 novembre in via Episcopio Vecchio alle ore 21.15 per affrontare la squadra Wuber Team.

1° giornata Regular Season 2016-17

vs-ghetto-2

Angeli Neri Basket vs Ghetto Ponente Cesenatico

Palestra Salesiana – via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 28 ottobre 2016 – ore 21.15

psx_20161029_133406

psx_20161029_132724
Da sinistra Viroli, Diti, Zavatti e Barone

Prima di campionato contro Ghetto Ponente Cesenatico in campo in via Episcopio Vecchio. Quintetto di partenza per gli Angeli Neri Basket: Barone, Viroli, Diti, Pe’ Ezil Mendajiadeu e Ancarani. Palla a due ottenuta dagli Angeli Neri grazie a un buon salto di Pe’ Ezil Mendajiadeu (Dande) che mette la palla in mano a playmaker Viroli che la gestisce bene e segna i primi due punti della partita e del campionato. Poi si torna in difesa, a uomo, sull’attacco Ghetto Ponente che, pressato, perde palla e consente a Dande altri 2 punti. Nell’euforia della striscia positiva, gli Angeli Neri commettono fallo nel pitturato, mandando Boschetti in lunetta che fa 1 su 2. Dall’altro lato la difesa comincia a farsi aggressiva, palla in mano a Barone, che, pressato sul lato destro del campo, scarica per Diti che segna da 3 punti, portando il risultato sul 7-1. Risposta immediata di Casotti che segna 3 punti che ben fan sperare alla squadra ospite. Gli Angeli Neri non mollano la presa e lanciano in contropiede Ancarani che con un lay-up segna i suoi primi punti della stagione portando il punteggio sul +5, subito abbassato a +2 con una tripla ben costruita di nuovo di un caldissimo Casotti. A questo punto la difesa del quintetto di partenza Angeli Neri comincia a concedere troppo all’attacco di Cesenatico e accusa la stanchezza di un partenza aggressiva, quindi Montalti, allenatore per l’occasione, decide di sfruttare la lunga panchina sua disposizione e passare ad una difesa a zona. Ghetto Ponente prende in mano il quarto e segna ad ogni possesso chiudendosi bene in difesa e si prende un vantaggio di 7 punti sulla chiusura del quarto a 13-20. Nel secondo quarto i padroni di casa continuano con la difesa a zona, che non contiene l’entusiasmo del già pluricitato Casotti (mvp, 18 punti finali), Maraldi e Bolognesi, che trovano canestri puliti, mai forzati e con un’ottima circolazione di palla. In risposta, gli Angeli Neri trovano punti quasi esclusivamente da Ancarani e Barone, che tentano di contenere i danni andando alla pausa lunga sul -11 (26-37), dopo il tentativo da 3 punti di Zavatti. Dopo una brevissima pausa, si torna in campo, ma il match resta in mano al Ghetto, che gioca di squadra e trova canestri costruiti che allargano sempre più il distacco; gli Angeli Neri, invece, sono evidentemente fuori controllo, non riescono a trovare la giusta alchimina, perdono possessi su passaggi sbagliati e tiri azzardati, e segnano nel terzo quarto soli 9 punti di Ancarani e Viroli. Inoltre, in una penestrazione, Andrea Piovaccari si infortuna ad una caviglia ed è costretto a lasciare il campo. Nel quarto periodo la partita è palesemente in mano a Ghetto Ponente che segna da ogni posizione e, a 5 minuti dalla fine, ha un vantaggio di 30 punti. A questo punto gli Angeli Neri cercano di limitare perlomeno lo scarto e danno tutto, provando numerosi tiri dalla lunga distanza con i loro tiratori Diti e Barone, molti di quali usciti sfortunatamente da dentro il canestro, che portano solo 6 punti di Diti che prova senza successo anche la tripla finale. Ultimo possesso in mano a Cesenatico che non riesce a concludere prima della sirena finale. Punteggio 45-68, vittoria meritata per Ghetto Ponente, squadra decisamente migliorata, soprattutto sul piano della sportività. Gli Angeli Neri devono ancora trovare i giusti ritmi e conoscere e sfruttare le potenzilità dei propri elementi, ma fortunatamente c’è ancora tempo per lavorarci. Buona prova difensiva di Dande, migliorato rispetto all’amichevole di una settimana fa. Esordio positivo anche per Corrado: anche se non ha portato punti, ha dato prova della giusta grinta che ognuno dovrebbe avere in campo.
Prossima partita in calendario giovedì 3 novembre contro Forlì No-Stop alle ore 21.15.

Amichevole pre-campionato

vs-green-1

Angeli Neri Basket vs Libertas Green Basket

Palestra Salesiana – via Episcopio Vecchio 7/b, Forlì – Venerdì 21 ottobre 2016 – ore 21.15

testata-vs-green

Prima partita, seppur amichevole, per la nuova squadra Angeli Neri Basket, da quest’anno affiliata alla Società Sportiva Parrocchia San Biagio, in campo nella palestra salesiana di via Episcopio Vecchio contro la Libertas Green Basket. Consapevoli della superiorità degli avversari, militanti in prima divisione, gli Angeli Neri vogliono comunque sfruttare l’occasione di provare gli schemi, testare i nuovi elementi in una partita semi-ufficiale e provare le rotazioni dei quintetti in vista dell’imminente inizio del campionato. Palla a due conquistata dalla Green Basket che parte in quarta e segna subito i primi canestri sulla difesa a uomo schierata dagli Angeli Neri. Poi continuano a prendere il largo, sfruttando la staticità dei giocatori bianco-blu che subiscono canestri facili in contropiede che ben fotografano la scarsa condizione atletica complessiva dei giocatori padroni di casa, che arrancano nel rincorrere i giocatori lanciati in contropiede. I giocatori Angeli Neri ruotano sfruttando la lunghissima panchina a loro disposizione ma la musica non cambia: la Libertas Green Basket gioca meglio, e si vede. Il primo quarto si conclude con un ampio vantaggio per la squadra ospite. Nel secondo quarto gli Angeli Neri decidono di passare alla difesa a zona, concedendo più spazio per i tiri da lontano ma evitando così dei facili miss-match in uno contro uno. In attacco gli unici canestri ottenuti dagli Angeli Neri sono su tiri forzati e le palle perse sono innumerevoli. Parecchi anche gli errori da immediatamente sotto canestro che, oltre a innervosire chi li sbaglia, di conseguenza scoraggiano anche la panchina nel vedere la scarsa reattività nel tornare in difesa dopo gli errori nella metà campo offensiva. Davvero poche le note di merito per gli Angeli Neri, che giocano in modo mediocre fino alla fine del match, finendo sotto di 30 punti col punteggio di 27-57. Poi, visto l’orario favorevole (avendo giocato 40 minuti effettivi di gioco senza fermare il cronometro) si decide in comune accordo, in perfetto stile amichevole, di giocare un ulteriore quarto da 10 minuti. Gli Angeli Neri colgono l’occasione per limitare i danni e accorciare il distacco accumulato nei 40 minuti precedenti, tirando fuori un po’ di quella grinta che avrebbero dovuto sfoderare già da inizio gara e conducendo il “quinto” periodo fino ad arrivare a fine match col tabellone che segna 45-67. Vittoria annunciata ma ampiamente meritata dalla Libertas Green Basket che ringraziamo per la disponibilità. C’è molto su cui riflettere dopo questa gara, per ogni singolo giocatore Angeli Neri Basket; nessuno è stato citato in questo articolo perché, come squadra, la partita è stata giocata al limite del guardabile.
Prossima partita in calendario il 28 ottobre, sempre in Via Episcopio Vecchio alle ore 21.15, per affrontare la squadra di Cesenatico Ghette Ponente nella prima partita di campionato Csi 2016-17.